ItinerisTeatro

nasce nel 1999 a La Fonderie di Le Mans, luogo di creazione teatrale, dalle idee di Elisa Stagni e Angela Scricco.

 

Le sperimentazioni si concentrano all'inizio intorno ai fulcri d'incontro fra il movimento del corpo dell'attore, inserito in spazi scenografici e luminosi variabili, e il suono di testi letterari e poetici in musica. Si ragiona sulle masse in movimento create dagli oggetti, dalla luce, dalla musica, dagli esseri umani. Nasce una ricerca che esplora lo spazio scenico e l’attoralità cercando forme che sempre si rinnovano e ricevono vita dalle diverse esperienze artistiche dei suoi componenti.

 

Nel corso degli anni il lavoro gestuale e vocale si indirizza sempre più da un lato verso l’espressione grottesca e da un altro lato, positivamente contrario, verso lo stile del teatro di poesia. 

Contemporaneamente ci si interroga sulla performance e il performativo, cercando vie di sintesi, combinandone i linguaggi con quello del teatro sperimentale. Diventa un lavoro intermediale, in cui la fisicità è fortemente espressiva, contaminata dalla danza e dalla performance art. 

Un teatro multimediale, fatto di parola e canto, passi di danza e body painting, materiali antichi e proiezioni di immagini o video, musiche di tutte le epoche e i generi. 

Si sperimenta l’uso di diverse lingue e diversi linguaggi nel loro potere di modifica dell’attoricità. La drammaturgia è rotta, creata contemporaneamente alla gestualità, al suono, all’immagine, in cui il testo diviene citazione, riferimento identitario collettivo, riscritto, ridetto, ricreato.

Dal lavoro d’arte comune, individuale e collettivo, si condensano a tratti delle urgenze di ricerca, tematiche, attoriche, visive: da quei nuclei quasi chimici, ogni volta diversi, sorgono gli spettacoli, attraverso il gioco vero della composizione scenica.

ItinerisTeatro nel 2018 è :

Elisa Stagni, Angela Scricco, Giulia Vittori, Manuela Ortolan, Andrea Breda Minello, Massimo Pagan, Elisa Nicotra.



 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 







Il teatro è uno strumento di ricerca,
un mezzo, una modalità di indagine
del mondo e dell’essere umano.
Uno spettacolo
è come una composizione per orchestra,
dove in ogni istante
si accordano le linee degli strumenti:
spazi, corpi, suoni, voci, parole,
musiche, scenografie, oggetti, luci,
emozioni, sospensioni, errori…
Attori e spettatori -
esseri in divenire, in viaggio.
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now